Italia da scoprire #02: Sardegna, frammenti di costa ovest

L’estate sta finendo, e un anno se ne va…” recita una nota canzone; l’estate volge al termine e le vacanze sembrano quasi un dolce ricordo destinato ad allietare i sogni ed alimentare la speranza che presto arrivi un altro momento per staccare la spina.

Ora è arrivato il tempo della condivisione di quello che è stato il mio viaggio in una terra che amo e a cui mi sento legata fortemente; una terra affascinante che non deve essere vista solo quale meta estiva per le sue spiagge candide ed assolate, il suo mare cristallino in cui il sole sembra tuffarsi stregandoti, ma anche per la sua storia millenaria e la sua cultura tutt’oggi portata avanti e tramandata con orgoglio: la Sardegna.

Capo San Marco - Cabras (Or) - Orizzonte Cultura
Capo San Marco, Cabras (Or)

Tralasciando le mete note mi sono diretta verso la costa ovest di questa splendida isola, zona ancora poco conosciuta, in particolare nella zona dell’Oristanese. Oltre alle splendide spiagge in cui rilassarsi godendo la natura, mi sono immersa nella storia e nelle tradizioni approfittando delle sagre che proponevano gustosi prodotti con cui rifocillarsi.

Non solo spiagge

Tappa obbligata la 56° Fiera dell’Artigianato artistico della Sardegna a Mogoro: una miscellanea di artigianato tipico spaziando dalla ceramica ai metalli, dalla pelletteria al ricamo, dalla tessitura dei variopinti tappeti all’oreficeria. Come non rimare totalmente rapiti da una dimostrazione di tessitura a mano su telaio ligneo; un’abilità che ancora le donne sarde tramandano fondendo la tradizione secolare con la modernità delle fantasie ricamante.

Tessitura a mano - Fiera dell'Artigianato artistico della Sardegna - Mogoro (Or) - Orizzonte Cultura
Tessitura a mano – Fiera dell’Artigianato artistico della Sardegna, Mogoro (Or)

Archeologia nuragica a Mogoro

A pochi passi da Mogoro è possibile visitare il Complesso nuragico di Cuccurada, un monumento sorto in posizione di ampio dominio sulla piana del Campidano. Le attività di scavo effettuatesi dal 1994 ad oggi hanno evidenziato la presenza di strutture monumentali riferibili a diversi periodi: una muraglia megalitica, una struttura ciclopica a pianta ellittica (Cuccurada A), riferibili all’Eneolitico evoluto (Cultura Monte Claro 2700 – 2200 a.C.) e un insediamento abitativo su cui insistono le spettacolari strutture di un originale nuraghe complesso (Cuccurada B), originatosi su un primitivo edificio a corridoio. Nell’area archeologica si segnalano inoltre rinvenimenti isolati di materiali più antichi, riferibili alla Cultura di S. Michele di Ozieri, risalenti al Neolitico Finale (3200 – 2800 a.C.).

Complesso nuragico di Cuccurada, Mogoro (Or) - Orizzonte Cultura
Complesso nuragico di Cuccurada, Mogoro (Or)

Il pozzo magico

Nei pressi di Paulilatino (Or), sorge il Parco Archeologico di Santa Cristina, un luogo magico in cui è possibile fare un salto nel tempo passeggiando tra le case del villaggio cristiano risalente al 1200 e dedicato a Santa Cristina. A pochi passi dal villaggio un complesso nuragico composto da capanne di diversi periodi (dal Nuragico al Medievale) ed edifici allungati tra i quali svetta l’edificio principale, un monumento con sala circolare voltata ad ogiva dotata di tre spazi che si aprono nello spessore murario e di un vano scala di cui si conservano pochi gradini.

La magia è sicuramente rappresentata dal pozzo sacro di Santa Cristina (XI – IX sec. a. C.) edificato in basalto locale; un ingresso nel terreno di dimensione trapezoidale apre ad una scalinata che conduce ad una cella ipogeica realizzata con anelli concentrici sovrapposti  ed un vestibolo. Spettacolare l’effetto visivo che conferisce al monumento un alone di mistero e soggezione.

Parco Archeologico di Santa Cristina, Paulilatino (Or) - Pozzo sacro - Orizzonte Cultura
Parco Archeologico di Santa Cristina, Paulilatino (Or) – Pozzo sacro

Le terme romane

A sud di Paulilatino le terme romane di Fordongianus, Forum Traiani; un passato splendente che raggiunge il suo apice in epoca romana pur vantando testimonianze archeologiche risalenti ad epoche più antiche.

Prima presidio militare nato per controllare il territorio limitrofo, Aquae Hypsitanae assunse sotto Traiano (98-117 d.C.) il nome di Forum Traiani, trasformandosi in importante centro commerciale. Ad oggi testimonianza dell’antico splendore della città sono il complesso termale costituito da un primo stabilimento del I sec. d.C. con piscina e porticato, utilizzato a scopo terapeutico, ed una seconda struttura del III sec. utilizzata a scopo igienico. Sempre al I secolo risalgono i resti dell’anfiteatro.

La Casa Aragonese

Nel centro storico di Fordongianus è possibile inoltre visitare un altro interessante edificio, la Casa Aragonese, un’abitazione aristocratica datata alla fine del 1500, realizzata con la trachite rossa locale e riccamente decorata con motivi in stile tardo gotico – aragonese.

Terme romane Forum Traiani, Fordongianus (Or) - Orizzonte Cultura
Terme romane Forum Traiani, Fordongianus (Or)

Altro tuffo nella storia con una visita al borgo medievale di San Salvatore di Sinis che deve il suo nome all’omonima chiesa situata al centro del paese nel cui sotterraneo è locato un santuario pagano di origine nuragica incentrato sul culto delle acque.

Una curiosità: tra gli anni Sessanta e Settanta, con l’avvento del fenomeno del western all’italiana, il borgo, viste le sue caratteristiche che ricordano i paesaggi messicani, fece da location a numerosi film.

Sagre e Tradizioni: la Corsa degli scalzi

Visitando il paese la prima domenica di settembre è possibile assistere alla Corsa degli scalzi, una processione fatta di corsa dai fedeli, i curridoris, che trasportano da Cabras alla borgata di San Salvatore di Sinis, a piedi nudi (da qui il nome corsa degli scalzi), il simulacro di San Salvatore, per una distanza complessiva di circa 9 km.

Corsa degli Scalzi, San Salvatore di Sinis (Or)

Questa incursione nella storia sarda finisce qui e spero lasci il desiderio di visitare questa splendida terra “armati” non solo di maschera e pinne!

Ilenia Maria Melis

 

 

Iscriviti al blog tramite email

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post.

 



Fonti
Complesso nuragico di Cuccurada: http://www.comune.mogoro.or.it/vivere-mogoro/territorio/il-complesso-pre-protostorico-di-cuccurada/
Complesso nuragico di Santa Cristina: www.archeotour.net
Terme di Fordongianus: www.forumtraiani.it